Feb
25

Conferenza stampa presentazione “Banca del tempo alta valle del Tevere”

SAMSUNG CAMERA PICTURES

Presentata la Banca del tempo, luogo di scambio di  attività servizi e saperi

Lo sportello verrà inaugurato sabato 14 marzo alle ore 11

SAM_3577

E’ una vera e propria banca dove al posto del denaro si scambiano le ore ed ognuno mette a disposizione le proprie capacità, competenze e saperi, ricevendo al contempo i servizi di cui ha bisogno. E’ la Banca del tempo, iniziativa che è stata presentata questa mattina in Comune e che verrà ufficialmente inaugurata sabato 14 marzo alle ore 11 presso la Palazzina dei servizi sociali. L’idea di creare una banca del tempo è partita dall’associazione Genitori Insieme per ed ha subito incontrato l’interesse di altre associazioni del territorio (Alice Arci di Citerna, Genitori oggi onlus e Altomare di San Giustino, Banca del tempo di Città di Castello e Gruppo Volontari di Umbertide) tanto che il progetto abbraccia oggi quattro Comuni, Umbertide, San Giustino, Citerna e Città di Castello. Il progetto è stato finanziato dalla Regione Umbria con 8.000 euro mentre il Comune di Umbertide ha fatto la sua parte mettendo a disposizione la sede presso la Palazzina dei servizi sociali. Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti il sindaco Marco Locchi insieme all’assessore Raffaela Violini, l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Citerna Matteo Pellegrini, l’assessore alle Politiche sociali del Comune di San Giustino Elisa Mancini, la dott.ssa Cristina Donati Sarti dell’Ufficio di piano della zona sociale n. 1 e Leonella Zucchini, Aldo Manuali e Lorenza Caporali dell’associazione Genitori insieme per.

SAM_3580

“Con la banca del tempo si fanno ritrovare le persone e si ricreano quelle relazioni umane oggi andate perdute – ha affermato Aldo Manuali – E’ un dispositivo di economia non monetaria, dove si dà ad ognuno la possibilità di esprimere le proprie capacità e competenze, offrendo e ricevendo servizi”. “La banca del tempo è nata dall’esigenza di dare una risposta alla difficoltà che le donne incontrano nel conciliare i tempi di vita e di lavoro, ma è rivolta a tutti, specie ai giovani – ha spiegato Leonella Zucchini – chi vuole iscriversi dovrà rivolgersi presso il nostro sportello e per un colloquio conoscitivo e mettere a disposizione degli altri le proprie competenze, che possono essere le più variegate dall’aiuto compiti alle pulizie, dal dog sitter al baby sitter, dalle piccole riparazioni alla preparazione pasti, dalle consulenze professionali alla cura e gestione di orti e giardini, ma non c’è un limite a ciò che una persona può offrire. L’obbiettivo è quello di creare una rete di persone che diano e ricevano aiuto recuperando i rapporti di buon vicinato di un tempo. Si tratta di uno strumento che consente di offrire piccoli aiuti quotidiani specie in tempi di crisi”. “Alla banca dati si può accedere anche online, anche se il primo contatto avviene presso lo sportello, – ha aggiunto Lorenza Caporali – Chi si iscrive, gratuitamente, attiva il proprio conto corrente dove al posto dei soldi vengono contabilizzate le ore che si scambiano. Lo scopo è quello di dare vita ad un aiuto reciproco dove ciascuno dà e riceve ciò di cui ha bisogno”.

“La banca del tempo è l’espressione concreta del capitale sociale – ha aggiunto Cristina Donati Sarti – grazie a questo progetto siamo riusciti a coinvolgere quattro territori dove intendiamo attuare circuiti virtuosi di aiuto reciproco e, oltre allo sportello di Umbertide, apriremo sportelli anche a Citerna e San Giustino”. “Il punto di forza del progetto sta nel valorizzare il rapporto interpersonale che nel tempo è andato perduto – ha commentato l’assessore Pellegrini – e che può contribuire a rafforzare la coesione sociale delle nostre comunità”. “Con la banca del tempo potremo implementare le relazioni già esistenti – ha aggiunto l’assessore Mancini – ma anche promuovere e favorire uno scambio intergenerazionale tra giovani, adulti e anziani”. “E’ un progetto che rimette al centro la persona e le sue capacità e competenze – hanno concluso il sindaco Locchi e l’assessore Violini – Con la banca del tempo possiamo stimolare le persone ad incontrarsi e a relazionarsi, valore aggiunto che non deve andare disperso”. La banca del tempo verrà inaugurata sabato 14 marzo alle ore 11 in via Magi Spinetti e sarà aperta tutti i giovedì dalle ore 16 alle ore 19.

Written by admin. Posted in Banca Del Tempo